Rain Man


rainman

Dustin Hoffman e Tom Cruise in un film in cui spiccano le virtù morali sempre apprezzate a Hollywood. Hoffamn è Raymond, un malato di autismo che un indebitato Tom Cruise ritrova e vuole riconoscere come fratello per diventarne il tutore e intascare il patrimonio paterno lasciato appunto al malato. Una volta uscito dalla clinica Raymond intraprende un viaggio con il fratello in giro per gli states che permetterà ai due di conoscersi meglio.

Cruise imparerà ad affezionarsi a quell’uomo di cui ha un vago ricordo d’infanzia dove pronunciava male il suo nome chiamandolo “uomo della pioggia” (rain man) mentre Hoffman vivrà esperienze mai provate (dal guidare una macchina a svaligiare un casinò grazie ad una singolare capacità legata alla malattia che gli permette di imbrogliare al Blackjack). Alla fine Raymond dovrà tornare in clinica e il fratello, non essendo stato in grado di diventarne il tutore, rinuncerà ai soldi ma rimarrà ugualmente felice per aver ritrovato una persona tanto speciale. Otto nomination agli oscar, tra cui miglior regia (Barry Levinson) e miglior attore protagonista (uno straordinario Dustin Hoffman, che però non riuscirà a portare a casa la statuetta).

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.