Kill Bill vol.2


kill bill vol2

Ritorna sullo schermo la più temibile eroina in celluloide, impegnata a concludere la sua vendetta. Gli ultimi nomi sulla lista sono quelli di Elle Driver ( Daryl Hannah) e Budd ( Michael Madsen), escludendo ovviamente l’obiettivo finale: Bill. Questo secondo capitolo crea e conclude, con il primo, un’opera straordinaria e monumentale.

In questo film Quentin Tarantino si supera e, cominciando citando “Sentieri Selvaggi”, arriva fino al western all’italiana ( Sergio Leone è uno dei suoi registi preferiti) per poi tirare in ballo la scuola di Hokuto con mosse che farebbero rabbrividire Kenshiro stesso. Uma Thurman, sempre brillante, e affiancata da altri tre attori in stato di grazia: il crepuscolare e sconfitto Michael Madsen, la ciclopica e stronza Daryl Hannah ( in mezz’ora riscatta diec’anni di carriera traballante) e il ritrovato David Carradine che nella scena iniziale e finale arriva con la Thurman a livelli stilistici davvero impressionanti.

Nulla da dire, dunque, sulla bravura di Tarantino che si riscatta dopo aver dormito sugli allori forse per troppo tempo, ma che torna ad essere il genio che è sempre stato.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.