Corsa a Witch Mountain


Corsa a Witch Mountain

Il tassista Jack Bruno, in uno dei suoi soliti e noiosi giorni lavorativi, entra nella sua auto da tassissta per iniziare il suo giro lavorativo, quando si ritrova due bambini che con una strana aria gli chiedono di essere portati in cima ad un picco inabitato, dove è situata una casa apparentemente  inabitata. Dove stanno per accadere fatti fuori dal comune, poco tempo prima infatti erano stati individuati degli oggetti volanti non identificati (UFO) .

I due ragazzi così dichiarano di essere fratello e sorella, e una volta a destinazione congedano il tassista dandogli l’ingente somma di denaro promessa, e dichiarando che da lì a poco i loro genitori sarebbero arrivati a prederli. Jack però capisce che c’è qualcosa che non va, e rimane così in disparte ad osservare i fatti…

In effetti i loro genitori arrivano a destinazione, ma non come il tassista si sarebbe immaginato, in quanto i tipi arriveranno atterrando sulla Terra tramite un disco volante alieno. Da questo Jack capisce che anche i bambini sono degli alieni.

Da tutto questo il tassista, protagonista della storia, riesce a capire che in realtà questa razza aliena si sta dirigendo sulla Terra in ricerca di un pianeta da colonizzare, in quanto nel loro non è più possibile la sopravvivenza; anche se alla fine le cose andranno in tutt’altro modo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.