Domenica si è chiuso il “Sundance Film Festival 2010”


E’ terminata ieri la dieci giorni di film denominata “Sundance Film Festival 2010”, che si è svolta a Park City nello Utah.
Il festival ‘alternativo‘ tende a dare spazio a giovani registi, progetti emergenti, temi importanti e socialmente impegnati, rendendo di fatto unico nel suo genere questa manifestaione americana.

Tanti i film impegnti dicevamo, come il documentario “Restrepo“, che ha raccontato la vita dei soldati Usa in Afghanistan, fra dolori, tanti, e gioie, ben poche, con il terrore di non tornare mai piu a casa.

“Winter’s Bone” di Debra Granik riceve il “Premio della giuria per il Miglior Film”: la pellicola rivela la difficile vita di una madre che deve tenere unita, una famiglia con tanti problemi.
Importante riconoscimento anche per Mark Ruffalo, vince il “Premio speciale della giuria” con il suo Sympathy for Delicious.

Ieri abbiamo pubblicato la lista completa dei vincitori , mentre sul  sito ufficiale della manifestazione, la fotogallery del “Sundance Film Festival 2010”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.