Festival di Venezia: Leone d’Oro a Sofia Coppola per Somewhere


Si è conclusa sabato 11 settembre la 67esima edizione della Mostra del Cinema di Venezia, con la serata finale che ha visto la consegna di tutti i premi più importanti. Il premio più importante è andato a Sofia Coppola, per il film Somewhere: il Leone d’Oro. Molto contenta la regista, figlia del grande Francis Ford Coppola, che ha così commentato la vittoria. “Quando ho ricevuto la telefonata in cui mi si chiedeva di tornare al Lido non ci credevo. E’ stata un’emozione incredibile e spero che questo aiuterà il mio film. Visto che la mia famiglia è di origini italiane ricevere il Leone d’Oro è stata una delle più grandi emozioni. Quando ho scritto il film mi sono resa conto di mettere qualcosa di me in ciascuno dei personaggi, in particolare in quello di Stephen Dorff. Mi sono rifatta a momenti del mio passato. Volevo fare un film sulla Los Angeles di oggi, ma oltre al cinema americano ho guardato anche la Nouvelle Vague. Ho cercato di rendere il film il più semplice possibile”.
Ecco tutti i vincitori della 67esima edizione della Mostra del Cinema di Venezia:
LEONE D’ORO: Sofia Coppola per Somewhere
LEONE D’ORO PER L’INSIEME DELL’OPERA (premio speciale): Monte Hellman per Road to Nowhere
PREMIO SPECIALE DELLA GIURIA: Jerzy Skolimowski per Essential Killing
LEONE D’ARGENTO PER LA MIGLIOR REGIA: Alex de la Iglesia per Balada Triste de Trompeta
COPPA VOLPI PER IL MIGLIOR ATTORE: Vincent Gallo per Essential Killing
COPPA VOLPI PER LA MIGLIORE ATTRICE: Ariane Labed per Attenberg
PERMIO MASTROIANNI ALL’ATTORE EMERGENTE: Mila Kunis per Black Swan
PREMIO OSELLA PER LA SCENEGGIATURA: Alex de la Iglesia per Balada Triste de Trompeta
PREMIO OSELLA PER IL MIGLIOR CONTRIBUTO TECNICO: Direzione della fotografia: Mikhail Krichman per Silent Souls
PREMIO DE LAURENTIIS OPERA PRIMA: Seren Yuce per Cogunluk
CONTROCAMPO ITALIANO: Aureliano Amadei per 20 Sigarette
CONTROCAMPO ITALIANO – MENZIONE SPECIALE: Vinicio Marchioni per 20 Sigarette
LEONE D’ORO ALLA CARRIERA: John Woo

1 Commento su Festival di Venezia: Leone d’Oro a Sofia Coppola per Somewhere

  1. Da quando gli “intellettuali” di sinistra hanno monopolizzato il “cinema” ( naturalmente con i quattrini statali”, la cinematografia italiana è giustamente scesa ai più bassi livelli possibili.
    Questi signori, non si rendono conto che:
    1) il comunismo è finito nella polvere.
    2) che sputare continuamente nel piatto in cui si mangia è da vili.
    3)Il diffondere negli altri Paesi un’immagine dell’Italia spudoratamente di parte non giova a nessuno.
    4) portare un poco di ottimismo è sempre positivo.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.