La doppia ora (2009) – Recensione


Layout 1

“La doppia ora” è l’ultimo film thriller con risvolti drammatici del regista italiano Giuseppe Capotondi, al primo grande impegno da regista.

Il film uscirà nelle sale italiane a partire da venerdì 2 ottobre ed è distribuito da Medusa Film.
Il film racconta la storia di un incontro, durante uno speed date, fra un ex poliziotto, Guido, e Sonia, una camieriera slovena.


Lui è molto pratico di questi incontri, lei, molto timida, è al primo incontro. Nonostante le poche parole, fra i due c’è una forte attrazione fisica; dopo qualche giorno si incontrano nuovamente, e poi ancora un’altra volta, iniziano a conoscersi, fra i due sta per nascere un bellissimo amore, quando improvvisamente Guido, che adesso è il custode di una villa di periferia, viene assassinato.

La bella Sonia, molto traumatizzata, viene anche accusata dell’omicidio, ma nella sua mente Sonia cerca di elaborare ciò che succede ma non riesce a trovare una risposta plausibile, una logica in questo omicidio.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.