Davide batte Golia: The Hurt Locker conquista gli Oscar


Alla fine il piccolo The Hurt Locker ha battuto la corrazzata Avatar. Deluse le aspettative dei bookmakers che prevedevano una pioggia di premi per la pellicola di James Cameron, i suoi omoni blu si sono dovuti accontentare di tre premi nelle categorie minori (miglior scenografia, la miglior fotografia, migliori effetti speciali). La vittoria di Kathryn Bigelow, ex moglie di Cameron, ha segnato due record: nella categoria miglior film non è mai accaduto che un film vincesse il premio con soli 16 milioni di euro incassati nel mondo; nella categoria miglior regia è la prima volta in 82 anni che una donna sia riuscita ad aggiudicarsi l’ambita statuetta.

Sandra Bullock e Jeff Bridges hanno vinto il premio come migliore interpretazione dell’anno, la Bullock ha vinto anche il premio per la peggiore interpretazione dell’anno ai Razzies Award per il film All About Steve.
Vediamo nello specifico tutti i premi assegnati:

MIGLIOR FILM: “THE HURT LOCKER’”

MIGLIOR REGIA: KATHRYN BIGELOW (”THE HURT LOCKER”)

MIGLIOR ATTORE: JEFF BRIDGES (”CRAZY HEART”)

MIGLIOR ATTRICE: SANDRA BULLOCK (”THE BLIND SIDE”)

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA: CHRISTOPH WALTZ (”BASTARDI SENZA GLORIA”)

MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA: MÒNIQUE (”PRECIOUS”)

MIGLIOR SCENEGGIATURA ORIGINALE: MARK BOAL (”THE HURT LOCKER”)

MIGLIOR SCENEGGIATURA NON ORIGINALE: GEOFFREY FLETCHER (”PRECIOUS”)

MIGLIOR FILM D”ANIMAZIONE: “UP”

MIGLIOR FILM STRANIERO: “EL SECRETO DE SUS OJOS” (ARGENTINA) DI JUAN JOSÈ CAMPANELLA

MIGLIOR SCENOGRAFIA: RICK CARTER, ROBERT STROMBERG E KIM SINCLAIR (”AVATAR”)

MIGLIOR FOTOGRAFIA: MAURO FIORE (”AVATAR”)

MIGLIORI COSTUMI: SANDY POWELL (”THE YOUNG VICTORIÀ)

MIGLIOR MONTAGGIO: BOB MURAWSKI E CHRIS INNIS (”THE HURT LOCKER”)

MIGLIOR TRUCCO: BARNEY BURMAN, MINDY HALL E JOEL HARLO (”STAR TREK”)

MIGLIOR COLONNA SONORA: MICHAEL GIACCHINO (”UP”)

MIGLIOR CANZONE ORIGINALE: “THE WEARY KIND”, DI RYAN BINGHAM E T.BONE BURNETT (”CRAZY HEART”)

MIGLIOR MONTAGGIO SONORO: PAUL N.J. OTTOSSON (”THE HURT LOCKER”)

MIGLIOR SUONO: PAUL N.J. OTTOSSON E RAY BECKETT (”THE HURT LOCKER”)

MIGLIORI EFFETTI SPECIALI: JOE LETTERI, STEPHEN ROSENBAUM, RICHARD BANEHAM E ANDREW R. JONES (”AVATAR”)

MIGLIOR DOCUMENTARIO: “THE COVE” DI LOUIE PSIHOYOS E FISHER STEVENS

MIGLIOR CORTO DOCUMENTARIO: “MUSIC BY PRUDENCE” DI ROGER ROSS WILLIAMS E ELINOR BURKETT

MIGLIOR CORTO ANIMATO: LOGORAMA DI NICOLAS SCHMERKIN

MIGLIOR CORTO D”AZIONE: “THE NEW TENANTS” DI JOACHIM BACK E TIVI MAGNUSSON

1 Trackback & Pingback

  1. Davide batte Golia: The Hurt Locker conquista gli Oscar | iPlaza Network

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.