Arance e Martello, l’esordio alla regia di Diego Bianchi “Zoro”


zoroEra un personaggio del web, scelto dalla Dandini per alcuni approfondimenti di satira politica per il programma “Vieni con me”: Diego Bianchi, in arte Zoro, ha preso sempre più campo in tv. Da un paio di anni conduce “Gazebo”, prima trasmissione settimanale, adesso praticamente giornaliera, che va in onda su Rai Tre. In attesa della nuova stagione di Gazebo, Diego si è voluto cimentare nel suo primo film da regista: “Arance e Martello“. Qualcuno ha già definito questa commedia come la versione moderna di “Fa la cosa giusta”: il film di Zoro è molto atteso, tanto da essere inserito nel cartellone della mostra del cinema di Venezia. La commedia di Zoro racconta una realtà romana: il mercato rionale di San Giovanni a Roma. La giunta romana ha deciso di chiudere i banchi, per questo i proprietari, che temono di perdere il proprio posto di lavoro, si rivolgono al PD, in cerca di un appoggio per evitare la chiusura. Siamo nel 2011 e la pellicola è raccontata in pieno stile “Zoro”, dunque con la videocamera che riprendere gli avvenimenti da vicino, da un punto di vista ravvicinati e quasi privilegiato. Il film di Zoro “Arance e Martello” sarà in sala dal 5 settembre e sarà proposto come evento speciale di chiusura fuori concorso alla Settimana Internazionale della Critica, sezione indipendente della Mostra del Cinema di Venezia.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.