Berlin Calling (2009) – Recensione


Berlin Calling - Locandina

Il nuovo film diretto da Hannes Stöhr, é uscito oggi nelle sale cinematografiche italiane, 6 novembre 2009. Il film vede come protagonista Paul Kalkbrenner, chiamato Ickarus, un affermato DJ berlinese. Ickarus ha una carriera fiorente, moltidi fan, una etichetta discografica ed é appassionato del suo ultimo lavoro in corso che ha fatto insieme al suo manager, Mathilde (Rita Lengyel).

DJ Ickarus, giovane figlio di un prete protestante, la cui madre è morta quando lui era un bambino. Un adulto che non é molto maturato, è sulla trentina e vive con la sua ragazza, Mathilde (Lengyel).

Mentre si lavora per una nuova lunga attesa serie di brani, Ickarus indulge pesantemente la merce del suo preferito spacciatore Erbse (Rolf Peter Kahl), ma rimane vittima a causa di una parte di Mpa, uno psicoattivo dagli effetti devastanti, contenuta in una pasticca di Ecstasy.

Ickarus entra in una clinica psichiatrica e da lì entra in conflitto diretto con il Dr. Petra Paul (Harfouch), il cui trattamento antipatico, combinato con la decisione di Mathilde per tornare al suo ex amante, Corinna (Walton), tutto questo lo porta ad una serie di eruzioni esplosive, con Ickarus che viene sbattuto fuori della clinica, perdendo il suo contratto di registrazione e di fronte il fallimento totale.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.