Quentin Tarantino: “Il Cinema è la mia religione”

quentin-tarantino

Il regista Quentin Tarantino ha raccolto un altro ed importante premio. La scorsa settimana, Quentin è stato insignito del “Lumiere Award”, uno dei premi più importanti della cinematografia francese. La cerimonia si è tenuta al Lyon Convention Center, dove erano presenti circa 3000 spettatori. Il Lumiere Award è un prestigioso premio francese, che negli scorsi anni è stato assegnato anche ad altri giganti del cinema mondiale, come il francese Gerard Depardieu, o Clint Eastwood, Milos Forman e Ken Loach. Il regista americano è poi salito sul palco ed ha regalato ai presenti un vero e proprio show, dichiarazioni mai banali che vi riportiamo fedelmente. “Sono onorato di ricevere questo premio nella città dove il cinema è stato inventato. Non so cosa sarebbe di noi se il padre e la madre dei fratelli Lumiere non si fossero mai incontrati. Probabilmente venderei hamburger da McDonalds” scherza il regista, che poi parla di sè stesso. “Mi sono sempre considerato un lupo solitario, un Silver Surfer. Non ho mai avuto una famiglia, le persone che sono sul set sono la mia famiglia. Il loro affetto e il loro rispetto è tutto ciò che voglio” spiega Tarantino. Prima di concludere il suo discorso, Tarantino ha voluto omaggiara la Francia ed il mondo del cinema. “Il Cinema è la mia religione e la Francia è il Vaticano, dedico questo premio a tutti coloro che amano il cinema più della vita stessa” ha poi concluso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.