Racconti dell’età dell’oro (2009) – Recensione


47443

Sarà disponibile nelle sale italiane il 18 settembre, il film “Racconti dell’età dell’oro”, un film realizzato da più registi, infatti firmano la regia Hanno Höfer, Cristian Mungiu, Constantin Popescu, Ioana Uricaru e Razvan Marculescu.

E’ una commedia rumena, distribuita dall’Archibald Enterprise Film, che ha anche dei tratti storici, con ricordi e “leggende” più o meno verosimili.

Siamo in Romania, vige la dittatura di Ceausescu. Il film parla di 5 storie diverse, potremmo definirle di “ordinaria follia“, cinque leggende metropolitane forse, che raccontano gli ultimi quindici anni di dittatura in Romania, nel periodo più buio per la nazione rumena.

Le vicende vanno dal grottesco all’assurdo per alcune scene, per poi andare su scene comunque piu comiche che faranno riflettere.

Ridere nella disperazione era l’unica cosa che poteva addolcire i dolori e le sofferenze di un periodo, quello degli anni ’80 in Romania, che è stato veramente un periodo terribile per il popolo rumeno.

La regia “collettiva” di questi 5 episodi, fa sì che ogni regista riesca a dare il suo punto di vista sulla storia, ma anche sul periodo in cui ci troviamo all’interno del film.

Ecco il trailer

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.