Bridget Jones 3, Paul Feig non sarà il regista


Avevamo già anticipato negli scorsi mesi della volontà della Universal di produrre un terzo episodio della saga di Bridget Jones. La casa di produzione era riuscita a convincere l’attrice Renèe Zellweger a rientrare nei panni della bionda giornalista Jones: un impegno che costringe la Zellweger ad ingrassare di parechi chili, rinunciando al suo fisico minuto. Ma adesso c’è un problema: la produzione era convinta di aver trovato il regista, ma quest’ultimo ha deciso di abbandonare il terzo film di Bridget Jones. Il regista in questione è Paul Feig, già autore de “Le amiche della Sposa”. Feig pare aver cambiato idea negli ultimi giorni, e dopo aver parlato con la Universal per comunicare la sua decisione, è rimasto sui suoi passi: non è più intenzionato a dirigere questa pellicola. A questo punto si apre la caccia al regista, non ci sono però ancora nomi in giro, la Universal avvierà i contatti con alcuni registi nei prossimi giorni. Il terzo film di Bridget Jones dovrebbe poter contare, oltre sull’interpretazione della Zellweger, anche sui due personaggi maschili più importanti, ossia Hugh Grant e Colin Firth, che ancora non hanno ufficializzato la loro presenza all’interno del cast. Le riprese del nuovo film su Bridget Jones dovrebbero partire nel nuovo anno, a gennaio.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.