Il mio vicino Totoro (2009) – Recensione


totoro

Esce nelle sale italiane venerdì 18 settembre, il film d’animazione giapponese “Il mio vicino Totoro“.
Il film esce in italia dopo più di ventanni, infatti fu prodotto e distribuito in Giappone nel 1988, in Italia fra gli amanti del genere è molto atteso.
Il regista, Hayao Miyazaki, è già famoso per successi come “Nausicaa” e “Laputa”, e finalmente riesce nell’intento di descrivere il mondo dei bambini, a lui molto caro.

Il film parla di due bambine, Mei di 4 anni e Satsuke di 11, sono sorelle e si trasferiscono col padre in una casa di campagna; la loro madre è all’ospedale, e loro aspettano ardentemente che possa uscire.

Il mondo della campagna, a loro sconosciuto, si rivelerà magico e misterioso: incroceranno strani esseri, come gli spiritelli della fuliggine, i nerini del buio, e altri esserini che solo le bambine possono vedere.

C’erano anche degli esseri di pelo, le due sorelle si affezioneranno al Totoro, un incrocio fra un un gatto e un orso, uno spirito buono. Le due sorelle, insieme a Totoro, vivranno avventure incredibili e straordinarie.

Il film “Il mio vicino Totoro” è tratto dall’omonimo libro del regista Hayao Miyazaki e Kubo Tsugiko.

Ecco il trailer:

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.